Fascioteca

213

Fasciami di coccole

Inoltrarsi in questo mondo spesso non è facile per dei neogenitori. È vero che sul web in questi anni si possono reperire sempre più informazioni ma i negozi dove poter reperire i supporti ergonomici adatti al proprio pargolo non sono ancora diffusi…e spesso pensando di fare il meglio si acquista il supporto sbagliato per errati consigli ricevuti.

 

Da qui la volontà di dare a tutti voi la possibilità di vedere e toccare con mano le varie tipologie di supporti.

In Fascioteca potrete vedere, testare e provare tutte le tipologie di supporti ergonomici che la scuola del portare consiglia per un sano e sicuro babywearing.

 

Troverete:

Supporti non strutturati: Fasce elastiche e Fasce di tessuto (dette normalmente fasce rigide)

Supporti semistrutturati: ring, ombuimo con anelli, meitai

Supporti strutturati: ombuimo strutturato e marsupi ergonomici

(tutti i supporti potete già vederli nella gallery)

Supporti non strutturati

Sono supporti fatti completamente di stoffa. È un unico “telo” rettangolare, privo di cuciture nel mezzo (le uniche cuciture presenti possono essere sugli orli) e/o di fibbie di qualsivoglia genere.

Sono estremamente versatili e confortevoli. Richiedono tecnica per l’utilizzo ma permettono una varietà di legature che gli altri supporti non concedono.

La Fascia elastica

La fascia elastica è un porta bebè non strutturato; solitamente sono realizzate in diversi materiali (tutti molto “elastici” appunto).

In commericio ad esempio troviamo fasce elastiche in maglina di cotone, in jersey singolo o doppio, in cotone misto a elastan o cotone misto bambù.

La maggior parte di queste fasce ha una lunghezza che supera i 5 m di stoffa mentre la larghezza oscilla tra i 50 e gli 80 cm, con le code generalmente stondate.

Questo tipo di fascia è utilizzabile fin dalla nascita ed è indicato anche per i bambini prematuri o per i bimbi con basso peso alla nascita.

Le sue caratteristiche infatti ci porta, se utilizzata correttamente, a riuscire a ricreare le sensazioni uterine di cui il neonato ha bisogno.

Proprio a causa però della loro elasticità queste fasce sono utilizzabili solo per legature pancia a pancia, sempre con una legatura a tripolo sostegno (tre strati),e soprattuto fino a circa 7/8 kg del bambino.

Successivamente il tessuto elastico comincia a cedere sotto il peso del bimbo e viene a mancare la sicurezza del portare

All’inizio può sembrare complicato utilizzare questo tipo di supporto ma una volta appresa la tecnica e presa un po’ di confidenza diventa semplice e immediato.

La fascia viene avvolta attorno al corpo del portatore e del bimbo con una legatura a tre strati, che fornisce contenimento e sostegno al neonato lasciando contemporaneamente liberi mamma e papà di fare alcune attività avendo le braccia libere.

Consigli:

La fascia elastica è un supporto ottimale in caso di bimbi nati prematuri, con basso peso alla nascita o bimbi che tendono a stare molto raccolti in posizione fetale.E’ adatta a reggere il peso del bambino solo nei primi mesi di vita e le legature realizzabili sono molto limitate. E’ possibile portare in sicurezza solo davanti ed è opportuno introdurre un altro tipo di supporto quando il portatore sente che il tessuto inizia a cedere sotto il peso del bambino.

La Fascia di Tessuto o Fascia Rigida

La fascia rigida è un supporto non strutturato, costituito da un unico pezzo di tessuto di lunghezza variabile a seconda della taglia e di altezza tra i 65 e gli 80cm.

Le fasce adatte per il babywearing sono quelle realizzate a telaio con un’armatura a saia (cross twill): la cosiddetta  trama diagonale; tale trama conferisce alla fascia molta resistenza in verticale/orizzontale ma allo stesso tempo elasticità in diagonale.

Ciò ci permette di  avvolgere perfettamente il corpo del bambino e del portatore facendo si che la stoffa segua perfettamente la legatura garantendo così un ottimo sostegno.

In commercio si trovano fasce con composizioni e grammature differenti. Troveremo fasce fatte in cotone, lino, lana, canapa, seta e i più innovativi materiali come repreve e seacell; inoltre varia anche la grammatura, cioè il peso della fascia per metro quadro.

A seconda dell’età del bimbo, delle esigenze della diade e, non meno importante, di ciò che più ci piace si possono scegliere blend e grammature diverse.

La fascia rigida ci permette di portare nelle 3 classiche posizioni ergonomiche: pancia a pancia, sul fianco, sulla schiena.

All’inizio può sembrare complicato utilizzare anche questo tipo di supporto, ma così come per la fascia elastica, una volta appresa la tecnica e presa un po’ di confidenza diventa semplice,  immediato e comodo per tutti.

Con la fascia rigida esistono svariate tipologie di legature che permettono con un unico supporto di seguire in modo ottimale la crescita dei bambini. Le legature infatti cambieranno a seconda della crescita e delle esigenze del nostro bimbo e delle nostre.

Con questo tipo di fascia si può portare agilmente anche un bambino di 3 anni o più!

Inzialmente con un neonato vi congislio di acquistare una fascia lunga (tg 5 o 6) 100% cotone, con gli orli ben rifiniti e di colore differenziato, un’etichetta o un simbolo per segnalare la metà ed avere dei riferimenti che possono aiutare ad apprendere le legature con maggiore facilità.

Supporti semistrutturati

I supporti semistrutturati sono supporti con forma e struttura ben definita: solitamente composti da una parte di stoffa e una marte metallica (anelli delle ring e degli ombu); in parte sono già pronti per essere indossati e in parte richiedono delle operazioni per il corretto utilizzo in sicurezza.

Sono strumenti meno versatili delle fasce in quanto la forma e la modalità di utilizzo rendono più veloca l’indossarlo ma limitano posizioni e legatura.

Ring o Fascia ad Anelli

È una fascia di tessuto, di lunghezza che può variare tra i 180 e i 240cm e altezza tra i 65 e i 75, che ad una estremità ha una cucitura attorno a due anelli.

La ring è uno strumento di rapido utilizzo ma permette di portare esclusivamente sul fianco e scaricando il peso su una sola spalla del portatore non sempre permette di portare a lungo.

MeiTai

Il meitai è un supporto originale cinese, sempre più diffuso anche da noi. È composto da un pannello di tessuto rettangolare (regolabile  o meno in altezza e larghezza), da due fasce inferiori che si legano in vita e due fasce superiori che andranno a legarsi sulle spalle del portatore e sul portato.

Può essere considerato a tutti gli effetti la “via di mezzo” tra fascia e marsupio ergonomico, avendo una struttura già pronta ad accogliere il bambino (il pannello appunto) e le fasce da sistemare e “legare”.

Può essere usato da quando il bimbo comincia a sostenere il capo (prima non fornisce abbastanza sostegno) pancia a pancia o sulla schiena con bimbi più grandi.

 

Supporti strutturati

Un supporto strutturato è uno strumento già predisposto ad accogliere il bambino. Per forma e caratteristiche generalmente non richiede l’apprendimento di tecniche particolari ed è dunque più rapido e pratico di uno strumento non strutturato, limitando però il suo utilizzo a pochissime varianti.

qui troverete i supporti disponibili